Men Without Hats

Non saranno famosi come i Gibb, o (orrore!!!) gli Hanson, ma i fratelli Doroschuk hanno comunque lasciato il loro segno negli anni ottanta. Come dite? Chi sono? In effetti questo nome vi dirà poco o niente, ma se vi dicessi che questi sono uomini che non indossano mai cappelli, vi aiuterei a ricordare? Eh, sì! Sto parlando proprio dei Men … Continua a leggere

David Zed

David Zed è davvero un individuo incredibile. Ha basato la sua vita sull’imitazione delle movenze robotiche. Non è dato sapere se le mantiene anche nella vita di tutti i giorni, come quando va in banca oppure in bagno. Le sue canzoni, dai testi filosofici ed impegnati;-), avevano titoli come Robot, o Balla Robot… insomma, da questo punto di vista non … Continua a leggere

Miani

Ieri sera devo avere mangiato qualcosa di strano, perchè stanotte ho sognato Miani. Davvero, giuro!!! Quello di “Me ne andrò” che faceva quei falsetti assurdi. Mi ricordo che aveva inciso anche un’altra canzone, mi sembra fosse “Ribelle su questa terra” o qualcosa del genere… in quel periodo si giocava tutti a fare i ribelli, lo faceva anche Scialpi che si vestiva … Continua a leggere

Duran Duran

Non tutti i simboli degli anni ottanta sono scomparsi finito quel decennio: alcuni si sino riproposti ora, sull’onda dell’effetto nostalgia di quel periodo, altri invece, tra alti e bassi, hanno proseguito sino ad arrivare ai giorni nostri. Un esempio lampante è un gruppo proveniente da Birmingham; cinque ragazzi alla caccia del successo con idee ben chiare e un’immagine molto forte, … Continua a leggere