Fundamental

220px-Fundamental_as_Anything.jpgC’è una band che, sebbene sia nata nell’ormai lontanissimo 1976, è tuttora in circolazione, anche se con diversi cambi nella formazione. Si tratta di un gruppo che viene dalla lontana Australia e che ha riscosso un buon successo un po’ ovunque. Qui in Italia li ricordiamo principalmente per un album, realizzato nel 1985 quando la band era già ben rodata. Si trattava di Fundamental, ed era il loro quinto album. Il gruppo di cui stiamo parlando è quello dei Mental As Anything. Il sound dei 5 australiani è un’esplosiva miscela di rock, new wave, e grande sense of humour: non a caso in molti avevano paragonato la band ai Madness. Il disco di cui stiamo parlando conteneva ben 4 singoli, i cui video passavano spesso nelle trasmissioni televisive dell’epoca, a dimostrazione del buon seguito conquistato in quell’anno anche qui in Italia. Particolarità della band è che i brani sono cantati un po’ da tutti (o quasi) i membri, non solo segno di grande democrazia, ma anche garanzia di varietà. In effetti, tanti sono gli stili contenuti nell’album, tutti comunque con il fine ultimo del divertimento, in quello che potremmo definire come un disco fatto apposta per il periodo estivo. Fundamental si apriva con You’re so strong, subito un grande singolo ricco di energia che raggiunse la posizione numero 11 in Australia ed entrò nei primi 30 negli Stati Uniti. Il secondo singolo estratto fu Live it up, addirittura numero 2 in Australia e accompagnato da un divertente video in pieno stile anni 50. Gli altri due fortunati estratti furono Date with destiny, dall’incedere più drammatico, e Big wheel, con un esilarante videoclip in salsa preistorica. Da notare che di questi singoli ben tre sono cantati da Greedy Smith ed uno da Martin Plaza (entrambi ancora nella band). Il disco (ristampato anche in cd) conteneva però anche altri episodi molto interessanti: Surf & Mull & Sex & Fun, Good friday, o ancora I just wanna be happy. La durata totale dell’album è inferiore ai 40 minuti nonostante la presenza di 11 canzoni: cosa impensabile ai giorni nostri, anche se in alcuni casi si punta sulla durata di un album a discapito della qualità, inserendo riempitivi o allungando il brodo come possibile. Con tante band che ritornano dopo un lungo periodo di silenzio, sarebbe bello se una band simpatica come i Mentals venisse rilanciata anche in Italia.


Fundamentalultima modifica: 2011-02-23T02:20:00+01:00da realkenshi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento