Industry

Spesso si dice che negli anni ottanta si è assistito al passaggio di vere e proprie meteore musicali, gruppi o cantanti che, realizzato un singolo di gran successo, sparivano regolarmente nel nulla. Ovviamente questa cosa non è prerogativa di quel decennio perché abbiamo assistito a fenomeni simili anche in tempi più recenti, tuttavia la definizione di “meteora” si presta perfettamente alla band degli Industry. Quattro ragazzi americani che tutti ricordiamo non tanto per il loro unico lp, quanto per il singolo in esso contenuto: “State of the Nation”. Un brano di una freschezza incredibile e dal testo inaspettatamente profondo che ha caratterizzato, musicalmente parlando, un certo modo di intendere la musica in quel periodo: tastiere molto presenti, melodie di sicura presa e un certo aspetto da “fighetti” per i quattro, il che non guastava certo agli occhi del publico femminile. Per questo brano furono realizzati due video: il primo, più popolare, girato su una nave da guerra e l’altro, meno noto, in una ambientazione più comune. Come detto, i quattro sono scomparsi nel nulla nonostante le grandi potenzialità; ma solo come gruppo, dal momento che bene o male le tracce musicali sono state percorse ancora dagli Industry, in particolare dal vocalist Jon Carin il quale ha collaborato nientemeno che con nomi del calibro di Pink Floyd e Who, giusto per fare due nomi di poco conto;-)

Cover.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

P.S. se vi capitasse tra le mani il singolo di “State of the Nation”, riscoprite il lato B “Communication”…

Industryultima modifica: 2010-04-28T14:54:00+02:00da realkenshi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento